Luoghi Immaginari, festival itinerante per la Regione Piemonte

Fare riscoprire o addirittura fare scoprire al grande pubblico i capolavori del patrimonio culturale-musicale e le bellezze del patrimonio architettonico, nella loro pił completa ed autentica natura.
Queste sono le premesse e le prioritą del "Festival Luoghi Immaginari", unico nell'ambito della Regione Piemonte, che realizza un progetto organico con carattere tematico, itinerante sul territorio regionale, permettendo di replicare e far circuitare spettacoli di artisti di altissima qualitą e professionalitą, limitandone i costi di produzione. Giunto alla sesta edizione il festival raggiunge un traguardo importante, perché pur nella sua giovane esistenza il sogno di " Festival Luoghi Immaginari" ha oltrepassato un lustro,realizzando una parte di percorso organico e compiuto attraverso la Regione Piemonte.
Gli artisti chiamati a dare vita ad ogni edizione del festival sono di assoluto prestigio ed eccellenza internazionale, basterą scorrere i programmi di sala delle precedenti edizioni, per rendersi conto del loro valore.Accanto a questi vengono ospitati anche giovani e brillanti promesse della nostra regione.
Alcuni concerti sono realizzati dal "Luoghi Immaginari Ensemble", formazione costituitasi in seno al festival, di assoluto valore artistico, tra cui Serguei Galaktionov (Primo Violino di Spalla dell'Orchestra del Teatro Regio di Torino) e divenuto "ensemble in residence".
Eccellenze artistiche internazionali quindi da un lato ed artisti e compositori piemontesi dall'altro posti al centro delle prioritą che il festival persegue sino dal suo esordio; questi congiuntamente all'originalitą delle proposte tematiche, cangianti per ogni edizione, sono divenuti ormai "tratti stilistici" originali di "Festivaluoghimmaginari".
Abbiamo scelto come sede dei nostri concerti, palazzi, ville,castelli, "cattedrali sotterranee", basiliche e chiese, certi che la musica sia un eccellente mezzo per valorizzare i luoghi d'arte ed i paesaggi, come" luoghi fisici" dei progetti che albergano nelle stanze, nella fantasia e nella mente degli artisti e dei compositori; ...luoghi immaginari.
Rinnoviamo il nostro sincero ringraziamento a tutti gli enti pubblici e privati che credono e sostengono questa manifestazione e che ogni anno vanno crescendo, unitamente al progetto culturale che la ispira.